Blog
Filtri A Carbone Per Controllare L’Odore Di Cannabis
3 min

Come Usare I Filtri Ai Carboni Attivi Per Controllare L’Odore Di Cannabis

3 min

Un filtro a carbone potrebbe non sembrare un investimento molto utile, ma è una parte essenziale dell’arsenale del coltivatore di cannabis discreto, indipendentemente dall’esperienza o dal tipo di coltivazione. Continua a leggere per scoprire cosa fa esattamente un filtro a carbone e come crearne uno personalizzato.

Perché usare un filtro ai carboni attivi nelle coltivazioni di cannabis?

Perché Usare Un Filtro Ai Carboni Attivi Nelle Coltivazioni Di Cannabis?

La marijuana può avere un profumo fantastico per i coltivatori e gli appassionati, ma il suo aroma può facilmente fuoriuscire da uno spazio di coltivazione di piccole dimensioni. Inoltre, se l’odore emesso da sole 2 o 3 piante non viene tenuto sotto controllo, può diventare così intenso da attirare l’attenzione dei vicini. Se questa è una situazione che desideri evitare, è arrivato il momento di investire in un filtro ai carboni attivi.

In sostanza, un filtro ai carboni attivi funziona bloccando i composti aromatici emanati dalle cime di cannabis. Queste molecole vengono trattenute dal carbone attivo quando vi entrano in contatto e, di conseguenza, l’odore delle tue amate piante di cannabis rimane all’interno della tenda o stanza di coltivazione. I filtri ai carboni attivi sono un modo economico, semplice e molto efficace per assicurarsi che i vicini, o chiunque altro, non si accorgano che stai coltivando.

Quanto sono efficienti i filtri ai carboni attivi nell’eliminare l’odore?

Quanto Sono Efficienti I Filtri Ai Carboni Attivi Nell’Eliminare L’Odore?

Se l’estrattore dell’aria e il filtro sono di dimensioni adeguate e la stanza o tenda di coltivazione non lascia fuoriuscire la sua aria nell’ambiente domestico, i filtri ai carboni attivi sono in grado di rimuovere ogni traccia aromatica della tua coltivazione. Per garantire questa efficienza, è necessario assemblare tutto in modo corretto, assicurarsi che l’odore non possa fuoriuscire da qualche altra parte e sostituire il filtro abbastanza regolarmente, in modo che non sia saturo. Dovrebbe funzionare bene per alcuni raccolti prima che sia necessaria la sostituzione.

Dove mettere un filtro ai carboni attivi nella stanza di coltivazione?

	 Dove Mettere Un Filtro Ai Carboni Attivi Nella Stanza Di Coltivazione?

In base ai sistemi che usi e allo spazio disponibile, potrai mettere il filtro ai carboni attivi all’interno o all’esterno del tuo spazio di coltivazione.

All’interno della tenda di coltivazione

Se la tua tenda è abbastanza grande, inserire il filtro ai carboni attivi all’inizio della canalizzazione dell’aria è un’ottima scelta. Ciò significa che tutta l’aria aspirata attraverso il sistema di estrazione verrà filtrata prima di andare in qualsiasi altro posto, riducendo al minimo il rischio di perdite.

Vantaggi:

  • Completo ed efficiente
  • Minimo rischio di perdite

Svantaggi:

  • Richiede una tenda sufficientemente grande

Fuori dalla tenda di coltivazione

Fuori Dalla Tenda Di Coltivazione

Per molte persone che coltivano su piccola scala, inserire un filtro ai carboni attivi all’interno di una tenda di coltivazione potrebbe non essere possibile. In questo caso, il filtro dovrà essere innestato sulla canalizzazione esterna alla tenda. Questa soluzione è meno efficiente rispetto alla posizione interna, ma permette ai coltivatori di applicare un filtro anche su tende piccole, che può essere vantaggioso o addirittura necessario.

Se metti il filtro alla fine del condotto dell’aria, devi assicurarti che lungo la tubazione non ci siano fuoriuscite d’aria per evitare perdite di odore.

Vantaggi:

  • Può essere usato anche con tende piccole

Svantaggi:

  • Non è efficiente quanto la sua collocazione all’interno della tenda

Come realizzare un filtro ai carboni attivi fai-da-te

Come Realizzare Un Filtro Ai Carboni Attivi Fai-Da-Te

Realizzare un filtro ai carboni attivi è davvero facile. A prima vista, questi dispositivi potrebbero apparire come dei componenti ad alta tecnologia, ma sono in realtà piuttosto semplici ed essenzialmente consistono solo di carbone attivo inserito in un involucro semipermeabile e coperto da un pre-filtro.

Di seguito ti mostreremo come realizzarne uno.

Materiale per la costruzione di un filtro ai carboni attivi

Materiale Per La Costruzione Di Un Filtro Ai Carboni Attivi

  • 2 portapenne a rete (o cestini gettacarte, se vuoi costruire un filtro più grande). Uno dei portapenne dev'essere più grande di tre quarti rispetto all'altro. Il più grande deve avere lo stesso diametro del condotto flessibile usato per il sistema di estrazione dell’aria.
  • Tubi in PVC
  • Collant o calze (da usare come pre-filtro)
  • Carbone attivo a granuli fini
  • Forbici
  • Trapano e punta (facoltativo)

Filtro ai carboni attivi fai-da-te: Istruzioni passo-passo

Filtro Ai Carboni Attivi Fai-Da-Te: Istruzioni Passo-Passo

  1. È possibile che la base dei portapenne non sia a rete. In questo caso, pratica 8–12 fori equidistanti sul fondo di ciascuna base.
  2. Inserisci separatamente ciascun portapenne in una calza. Inserisci prima la base del portapenne.
  3. Riempi a metà il portapenne più grande con carbone attivo.
  4. Posiziona il portapenne piccolo all’interno di quello grande e regola l’altezza del portapenne interno per fare in modo che il suo bordo sia allo stesso livello di quello del portapenne grande esterno.
  5. Riempi lo spazio tra i due portapenne con carbone attivo.
  6. Fissali insieme usando le calze.
  7. Tramite la tubazione in PVC, collega l’estrattore d’aria con l’apertura del portapenne esterno.

Manutenzione di un filtro ai carboni attivi

Onestamente, la manutenzione di un filtro ai carboni attivi non potrebbe essere più semplice, poiché non è richiesta alcuna manutenzione! Se hai scelto l’opzione fai-da-te e il filtro è sigillato correttamente, puoi semplicemente lasciare che il filtro faccia il suo lavoro. Un singolo filtro ai carboni attivi è più che sufficiente per diverse coltivazioni. Quando sentirai l’odore della cannabis, sarà arrivato il momento di cambiare il filtro o sostituire il carbone attivo contenuto al suo interno.

Max Sargent
Max Sargent
Max scrive da oltre un decennio e negli ultimi anni si è dedicato al giornalismo sulla cannabis e la psichedelia. Scrivendo per aziende come Zamnesia, Royal Queen Seeds, Cannaconnection, Gorilla Seeds, MushMagic ed altre, ha acquisito ampia esperienza in questo settore.
Coltivazione Seedshop
Cerca nelle categorie
o
Cerca